Facebook ed aziende: profili personali, gruppi ed eventi; perchè non una fan page?

Prendo spunto dal titolo del libro di Luca Conti su Facebook “Fare Business su Facebook” per prendere esempi su come non fare business su Facebook.

Proprio Luca in un post sul suo Pandemia.info di maggio dello scorso anno aveva sollevato il problema dei falsi profili, e se internet viaggia a velocità sostenuta, i problemi restano gli stessi. Aziende, professionisti e pure alcune agenzie di comunicazione continuano a registrare profili per conto di clienti in modo errato come profili pubblici, gruppi e pure come eventi forse perchè alla base della loro strategia vi sta “un clic”.

Eppure per registrarsi a Facebook viene esplicitato “crea una pagina per celebrità gruppo o azienda…”

pagina fb

Ipotizzando tutta la buona fede possibile la policy di Facebook parla chiaro, e non è da ritenersi una furbata perchè avere un profilo privato per una pagina è limitativo. Ho provato a contattare alcune agenzie che facevano questa pratica, ma le risposte sono state vaghe e confusionarie: facebook è un casino, almeno così posso inviare messaggi ai miei amici...( il casino lo fai tu e non si chiamano messaggi, ma spam..)

Così ho cercato di ripulire un pò tra  i miei interessi (pagine e non) ed ho trovato aziende che si spacciavano per:

1) Profili privati

D’altra parte chi non è amico di una Srl con cui va assieme in birreria il venerdi??!!…

2) Gruppi

I gruppi possono esser un supporto all’azienda, ma non il punto focale della tua attività su Fb. Possono essere un ottimo strumento per la condivisione di un interesse comune magari legato al brand, o nascere per una discussione momentanea

3) Evento

Gli eventi sono strumenti per promuovere una novità legata all’attività, un evento appunto, una promozione, limitata nel tempo e che può interessare i fan o gli iscritti al gruppo. Non è quindi lo strumento per promuovere l’attività, ma un evento dell’attività; il resto è spam

Riprendendo la tesi di prima sul concetto di “amico” che spingerebbe molti a registrare la propria azienda come Profilo Privato, anche questa è facilmente smontabile, vi sono limitazioni ai profili pubblici derivati proprio per la loro tipologia.

I vantaggi di fare una fan page per la tua attività sono molteplici:

-Puoi creare applicazioni

-Puoi creare dei tab personalizzati in html modificando la landing page

-Puoi superare i 5.000 fan/likers

-Hai gli insights ossia le statistiche (come faresti a valutare il valore della tua presenza online?!)

-Hai la possibilità di gestire la pagina in più amministratori

-Non hai il rischio di venire bannato e perdere tutto il tuo lavoro su Facebook

-…

Vale la pena? Io penso proprio di no.

Ora poi Anche la creazione della pagina è stata semplificata, il percorso è più usabile diretta a Facebook Places,  ed è semplice pensare che più Facebook ottimizza e rende usabile la piattaforma delle fan page meno sarà tollerante, ed aggiungo giustamente con i profili non a norma. Per approfondimenti le condizioni d’uso

Facebook ed aziende: profili personali, gruppi ed eventi; perchè non una fan page?
3.5 (70%) 2 votes

2 thoughts on “Facebook ed aziende: profili personali, gruppi ed eventi; perchè non una fan page?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Login with Facebook:
Log In