L’ email è morta? anche per fare gli auguri? un pò di numeri

“Do you use email?” titolava un editoriale del New York Times rubrica Education il 21.12.2010 qui poi ripreso in Italia da un editoriale di Beppe Severgnini sul Corriere della Sera qui, ma è davvero così?

L’articola si sviluppa poi analizzando le modalità d’uso e i commenti dei giovani che si indirizzano verso strumenti più social e real time, mettendo nel cassetto la “vecchia” email.. concludendo con una nota di Andrew Bosworth, director of engineering at Facebook “The future of messaging is more real time, more conversational and more casual. The medium isn’t the message. The message is the message.”

Ho provato a verificare il giorno del mio compleanno in che modo mi fossero stati fatti gli auguri:

93    Post in bacheca Facebook

7     Sms

6      Email da aziende (automatiche)

4      Messaggi privati su Facebook

4    Communicator aziendale

4    Post in bacheca VKontakte

2    Email da persone

Questi dati potrebbero essere emblematici e riassuntivi di un cambiamento, soprattutto per quello che riguarda due aspetti fondamentali: l’ email è ancora usata in azienda o dall’azienda, (se poi oltre al compleanno invia anche un simpatico omaggio tipo try&buy come Experteer.it è ancora meglio)

La maggioranza però utilizza mezzi più veloci, real time che permettono a ricordare ad altri che si sono dimenticati di fare gli auguri stimolando cosi un sistema di imitazione (le persone a cui sono più legato hanno utilizzato il mezzo sms) di i like e di commenti. A vantaggio di Facebook anche il fatto della comodità: apri la home page di FB, vedi chi compie gli anni ed invii auguri o clicchi i like con sicurezza del messaggio arrivato in bacheca. Cosa preferibile ai vari tag utilizzati per fare auguri di massa a Natale e Capodanno o festa della donna…

Viene spontaneo che il mezzo di comunicazione

Rate this post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Login with Facebook:
Log In